Umbertide Turismo

Salta ai contenuti
Umbertide Turismo
 
Museo-di-Santa-Croce

Museo di Santa Croce

 

 

 

Uno-scorcio-della-chiesa-museo

Uno scorcio della chiesa museo

Il Museo, come lo vediamo oggi, è il risultato di una serie di interventi di ampliamento. Nell´area dove sorge l´attuale edificio si trovava una piccola chiesa, forse identificabile con quella ricordata dalle fonti con il titolo di SS. Pietro e Paolo, che già esisteva nel 1295. La chiesina, almeno dai primi del Trecento, doveva fungere da oratorio per la Confraternita dei disciplinati di Santa Maria (il primo documento sulla confraternita è del 1337), che gestiva anche un ospedale. E´ questa una delle tante associazione religiose di laici che, diffuse a partire dal XIII secolo, praticavano l´autoflagellazione, condividendo in questo modo le sofferenze di Cristo. La confraternita è ricordata per la prima volta con il nome di Santa Maria e Santa Croce nel 1340. Per tutto il Quattrocento non abbiamo informazioni precise sulla chiesa, mentre notizie più dettagliate si ricavano a partire dai primi del secolo successivo. Nel 1509 viene ultimata una casa sopra la chiesa, e di lì a poco (1515-16), a spese della confraternita, verrà commissionata la Pala della Deposizione a Luca Signorelli. Un ampliamento dell´edificio si effettua nel 1556, ed a tale scopo viene comprato del terreno ed " un muro" dai vicini frati francescani. Nella seconda metà del secolo la chiesa doveva aver raggiunto discrete dimensioni, tanto da poter contenere comodamente la grande " mostra" d´altare in legno, opera di un intagliatore marchigiano, realizzata tra il 1611 e il 1612 per accogliere la Pala del Signorelli. Tra il 1634 e il 1645 circa, con l´ultimo ampliamento e la definitiva ristrutturazione dell´edificio ad opera di Filippo Fracassini (nell´occasione viene anche acquistato dai frati il terreno dove sorgono la sacrestia ed il campanile), l´evoluzione della chiesa di Santa Croce può dirsi conclusa, se non per la facciata, dalle linee tardo-barocche, realizzata nel primo Settecento. Il Museo di Santa Croce La chiesa di Santa Croce, dopo il restauro e il ritorno ad Umbertide della " Deposizione dalla Croce" , capolavoro del grande pittore cortonese Luca Signorelli, è stata trasformata in un museo che viene utilizzato anche come auditorium e sala convegni. Oltre alla deposizione si può ammirare, in una sala interna, un grande quadro del Pomarancio " Madonna col Bambino in gloria tra angeli e santi" proveniente dall´attigua chiesa di San Francesco. Nel museo, dieci pannelli sistemati nella chiesa illustrano il percorso Signorelliano, il restauro della pala e la storia della chiesa stessa.

ORARI DI APERTURA.

VENERDI' - SABATO - DOMENICA

Luglio - settembre: 10,30 - 13,00 / 16,00 - 18,30

Ottobre - novembre: 10,30 - 13,00 / 15,00 - 17,30

Biglietto - Ticket

Intero €. 3,00 - Ridotto €. 2,00 (bambini da 6 a 11 anni, over 65)

Gratuito: Bambini fino a 6 anni - Residenti nel comune di Umbertide

 

VIRTUAL TOUR DEL MUSEO:

http://www.azonzotv.it/Panorami/Santa%20Croce%20Prova%201.html

 

Per ulteriori informazioni:

http://www.umbriaterremusei.it/

 

INFORMAZIONI SU "TERRE E MUSEI DELL'UMBRIA" - UMBERTIDE:

 

 

 

 

 

 

 

 

DEPLIANT SUL MUSEO DI SANTA CROCE:  Depliant Museo di Santa Croce (1.059kB - PDF)

 

* * *

 

The museum, as we see it today , is the result of a series of expansion . In the area where stands the present church building was a small , possibly identifiable with that mentioned by the sources with the title of SS . Peter and Paul, which already existed in 1295. The church , at least since the early fourteenth century , was to serve as a chapel for the Confraternity of Saint Mary of the governed ( the first document on brotherhood is 1337 ), which also ran a hospital. And 'This is one of many religious association of lay people , spread from the thirteenth century, practiced self-flagellation , sharing in this way the sufferings of Christ. The brotherhood is mentioned for the first time under the name of St. Mary and the Holy Cross in 1340 . Throughout the fifteenth century we have no precise information about the church, while more detailed information is obtained from the first of the next century . In 1509 a house is completed over the church , and shortly thereafter ( 1515-16 ) , at the expense of the brotherhood , will be commissioned the altarpiece of the Deposition by Luca Signorelli. An extension of the building is carried out in 1556 , and for this purpose the land is bought and a " wall" from the nearby Franciscan friars . In the second half of the century the church was supposed to have reached a decent size , so you can comfortably hold the great " show " of the wooden altar , the work of an engraver Marche , built between 1611 and 1612 to accommodate the altarpiece by Signorelli . Between 1634 and 1645 approximately , with the last extension and the final renovation of the building by Filippo Fracassini ( the occasion is also purchased by the monks the land on which stand the sacristy and bell tower ) , the evolution of the church Holy Cross may be closed down, if not for the front line, featuring late- baroque , built in the early eighteenth century. The Museum of the Holy Cross Church of the Holy Cross, after the restoration and return to Umbertide of the "Deposition from the Cross" , a masterpiece of the great painter Luca Signorelli from Cortona , has been transformed into a museum that is also used as an auditorium and conference room . In addition to the deposition can be seen in a dining room , a large picture of Pomarancio " Madonna and Child in Glory with Angels and Saints " coming from the adjacent church of San Francesco. In the museum ten panels placed in the church illustrate the path Signorelli , the restoration of the blade and the history of the church.

OPENING HOURS.

FRIDAY '- Saturday - Sunday

July to September: 10.30 to 13.00 / 16.00 to 18.30

October-November: 10.30 to 13.00 / 15.00 to 17.30

Ticket - Ticket

Full €. 3,00 - Reduced €. 2.00 (children from 6 to 11 years, over 65)

Free: Children under 6 years old - Residents in the town of Umbertide

I LUOGHI DEL SIGNORELLI: 

 

 

 

Il Museo di Santa Croce
  play