Umbertide Turismo

Salta ai contenuti
Umbertide Turismo
 
La-Collegiata-Chiesa-di-Santa-Maria-della-Reggia

La Collegiata - Chiesa di Santa Maria della Reggia

 
 

Il grande tempio dedicato alla Beata Vergine Maria, detta della Reggia, sorse nella seconda metà del secolo XVI per volere del popolo umbertidese. 

Scorcio-della-Collegiata-da-piazza-del-Mercato

Scorcio della Collegiata da piazza del Mercato

L’edificio sacro venne costruito per accogliere una immagine miracolosa affrescata all’interno di una cappella che si trovava

Esterno-della-Collegiata-restaurata

Esterno della Collegiata restaurata

nelle vicinanze. I lavori furono diretti dapprima dagli architetti Galeazzo Alessi e Giulio Danti, autori dei disegno originario,poi nel 1583 da Bino Sotii, Mariotto da Cortona (1600), Rutílio (1623) e infine Bemardino Sermigni (1640). L’originale costruzione di forma ottagonale all’esterno e circolare all’interno misura 22 metri di diametro interno per un’altezza complessiva di 40 metri.
L’interno della cupola, dal tamburo alla lanterna, riveste un’area di 689 metri quadri. Il diametro della palla di rame che sovrasta la lanterna è di metri 1,65. La cupola originaria, che manifestò segni di cedimento, fu ricostruita agli inizi dei ‘600 e l’impianto primitivo del monumento fu modificato solo parzialmente.

La riapertura della Collegiata - Servizio di Trg
  play
 
La riapertura della Collegiata - 8 maggio 2016
  play
 
Tre quadri della Collegiata esposti a Santa Croce
  play
 
La Collegiata
  play
 

All’interno la zona perimetrale è delimitata da un giro di 16 colonne alquanto distaccate dal muro sul quale sono riportate le mostre dei pilastri corrispondenti. Negli intercolumni, in otto grandi aerostili appaiono le arcate a tutto sesto che accolgono gli altari, la tribuna dell’organo e i due portali d’ingresso. La disposizione binata dei colonnato (di ordine toscano, compiuto nel 1632, con funzione strutturale di supporto alla cupola), i cornicioni e le modanature, le
nicchie e i chiaroscuri, conferiscono all’ imponente struttura un pregevolissimo movimento di masse e di luce. Le
colonne raggiungono nel loro corpo la ragguardevole misura di 9,60 metri. Notevole è il pavimento in cotto policromo del XVII secolo.

La Collegiata - Santuario del motociclista
  play
 
L-organo-e-il-Pomarancio

L'organo e il Pomarancio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Opere d’arte

Il tamburo della cupola è ornato da quattro tele di grandi dimensioni: 1. (sopra l’altare maggiore) - Vergine in gloria con i santi M. Maddalena, Giovanni Battista e Evangelista, Andrea, Francesco, Apollonia, attribuibile ad una scuola romana dei ‘500; 2. (sopra la tribuna dell’organo) - Ascensione al cielo con i santi Benedetto, Romualdo, Savino e Vescovo più simbologia eucaristica, del POMARANCIO (Niccolò Circignani) del 1578; 3. (sopra l’altare dei rosario) -
B.V. di Loreto con i santi Andrea Avellino ed Ubaldo, di G. Alaboyna, dei 1749; 4. (sopra l’altare di San Giuseppe) - Santo Chierico regolare con il Cristo che gli presenta la croce, di G. Alaboyna, dei 1749.

Ancona della Madonna: Fastigio costituito da ricco drappeggio e gloria di angeli in stucco dei 1725 che incornicia l’affresco attribuibile alla cerchia delle scuole eugubine del XV secolo, raffigurante la Vergine in trono con Bambino e Santi.

Altare del S.S. Sacramento: Fastosa opera di intaglio ligneo dorato di Peter Kraas, dei 1680. Nella parte superiore Dio

L-altare-maggiore

L'altare maggiore

Padre dello Scaramuccia.
Nello stesso altare, di notevole rilievo un prezioso TABERNACOLO in legno dorato, d’arte fiorentina dei 1500 e un CROCIFISSO ligneo dei XIX secolo.

Pila battesimale: Pregevolissima tazza del ‘500 in marmo bianco. L’altare restrostante di G. Fontana in stucco dorato incornicia una tela seicentesca con la Vergine e i santi.

Altare di San Giuseppe: Preziosa statua di scuola fiorentina dei XVI secolo.

Altare del Rosario: Quindici medaglioni dipinti su rame, dei XVII secolo, raffiguranti i Misteri dei Rosario.

Al di sopra dei portali due iscrizioni barocche ricordano rispettivamente le date di costruzione dei tempio e della sua consacrazione (1751).

La-cupola-dall-interno

La cupola dall'interno

La denominazione di Collegiata deriva dal fatto che nel XVIII secolo in questo tempio fu trasferita la collegiata dei canonici, già istituita nel 1765 nella chiesa di San Giovanni Battista.

* * *

Collegiate - The Church of Santa Maria della Reggia
 

Also known as “Collegiata”, the church of Santa Maria della Reggia, owing to its majesty and unusual octagonal shape, can be considered to be one of the most interesting monuments in town as well as in the territory. Erected near the place where in 1556 a miracle occurred, which was ascribed to an image of the Blessed Virgin painted in a little chapel near the stream Regghia (Reggia), the church was planned by the renown Perugian architect Galeazzo Alessi. Its construction went on under the supervision of Giulio Danti, which was succeeded by other proficient architects, like Bernardino Sermigni from Umbertide. During the construction a number of complications arose, like the need to demolish and rebuild the inner dome, which was showing signs of decay. The work was completed in 1647 and the church’s consecration by the Bishop of Gubbio Monsignor Cingari was in 1751. In 1804 the Canonical Friars left the disused Church of St. John and settled in the Collegiata. Besides the image of the “Madonna della Reggia” the Collegiata is home to important works of art, among which big-sized canvases: – Virgin in glory with the Saints Mary Magdalene, John the Baptist and the Evangelist, Andrew, Francis and Apollonia, which can be ascribed to the XVI century Roman school (above the main altar); – the 1578 Ascension to heaven with the St. Benedict, St. Romualdo, St. Savino and Bishop and Eucharistic symbolism by Niccolò Circignani, one of the three artists going under the name of POMARANCIO (above the organ dais); – the Blessed Virgin of Loreto with St. Andrea Avellino and St. Ubaldo, by G. Alabornà, dating back to 1749 (above the Altar of the Rosary); – Holy Cleric Regular with Jesus Christ showing him the Cross, painted by G. Alabornà in 1749 (above the altar of St. Joseph). These canvases have all been recently restored and the church has been subjected to integral renovation.

"LA COLLEGIATA - SANTA MARIA DELLA REGGIA" di Pietro Vispi (Umbertide - 2001)

 

 

 

 

I TRE QUADRI RESTAURATI:

I quadri restaurati (805kB - PDF)