Umbertide Turismo

Salta ai contenuti
Umbertide Turismo
 
CONNESSIONI-FORME-PAROLE-LUCE-di-ALBERTO-ALUNNI

"CONNESSIONI : FORME, PAROLE , LUCE" di ALBERTO ALUNNI

 
 
La-locandina-dell-evento

La locandina dell'evento

Alberto-Alunni-al-Lavoro

Alberto Alunni al Lavoro

Opere d’arte, haiku , video a definire un singolare universo di emozioni, di istanti e di

Opera-di-Alberto-Alunni

Opera di Alberto Alunni

luoghi spaziali e temporali. Connubio di opere , versi e proiezioni di Alberto Alunni , in collaborazione con Mariano Tirimagni e Luca Cataldo.

LE OPERE IN MOSTRA:  Mostra Connessioni (3.485kB - PDF)

In questo allestimento Alunni impone ai visitatori una contaminazione continua, incalzante e per questo incisiva dei vari linguaggi :lirico, formale, visivo, sonoro, emozionale. Il risultato è un’immersione totale e completa in un percorso che si snoda attraverso sensazioni che tengono vigili e allertati i sensi e la capacità di

Un-altra-opera-dello-scultore

Un'altra opera dello scultore

emozionarsi, allo scopo di rendere un’immagine quanto più sfaccettata, diversificata e proprio per questo più aderente al reale ,del mondo che ci circonda.

La fusione tra “irrazionalità” creative, la forma , la parola, il suono, l’immagine in movimento, riscrivono un linguaggio naturale completo ed unificante, che sembrava perduto dall’età dell’oro dell’umanità e del pianeta, linguaggi diversi collaborano a descrivere ciò che ci circonda, si ispirano a vicenda, contestualizzando l’istante e le emozioni, rendendoli quindi universali. Conosciamo da tempo la poesia e la magia con cui Alunni, ”estrae” dal metallo, alberi, animali, uccelli, paesaggi ; oggi con una rinnovata padronanza dei materiali, si avventura in orizzonti nuovi, mescolando il metallo con tecniche che ricordano l’arte dell’argilla, indagando la natura non solo negli aspetti visivi, ma anche " molecolari" in tutte le sue relazioni e connessioni di cui l'uomo è parte integrante.

In questo contesto gli haiku di Mariano, poesie che si nutrono di immagini , at-traversano l’opera scolpita per viverla, i video e il sonoro di Luca riallacciano il grande ciclo della vita alla materia : materia, immagini e verso in sinergia per poter ricreare i contatti, i collegamenti, le connessioni nella natura stessa, ma anche e soprattutto tra uomo e natura e tra gli stessi uomini. La forma, lo sguardo ed il verso alleati nel rallentare i ritmi per potere osservare , ascoltare e riavvicinarci, tra noi e quanto ci circonda, quasi come un tornare a respirare.

Inaugurazione della mostra "Connessioni"
  play
 

 L'evento è organizzato dal Comune di Umbertide con il sostegno della Regione Umbria.

 La mostra sarà visitabile fino al 7 Maggio con il seguente orario:

dal Martedì alla Domenica, 10,30/12,30 - 16,30/18,30

(Lunedì chiuso, tranne il lunedì di Pasqua)

 

Prefazione al catalogo della mostra

L-assessore-Raffaela-Violini

L'assessore Raffaela Violini

L'amministrazione comunale di Umbertide presenta, con questa mostra presso "La Rocca" - Centro per l'Arte Contemporanea, le opere oppartenenti al panorama della produzione artistica di Alberto Alunni e con lui, l'attualità dell'arte, attraverso un mezzo espressivo antichissimo quale è il ferro, reinterpretato in maniera nuova e differente dal nostro artista. Le lavorazioni danno vita infatti ad elementi di arte contemporanea, cercando di plasmare con forza un materiale povero come il ferro.

"Connessioni" è il titolo della mostra presso "La Rocca" di Umbertide, con la quale l'artista presenta al pubblico se stesso e l'incontro di profondi percorsi interiori, in cui materia, forme, luci e parole modellano le percezioni in rapporto con la realtà oggettiva, ma sono anche il risultato di suggestioni e riflessioni.

L'osservazione del nostro artista parte da un racconto visivo di fronte alla sacralità della natura e sviluppa un percorso che parte da quell'attimo in cui si accende la particolare scintilla creatrice, che non è altro che l'ispirazione, suggestionata da luoghi, odori, colori, istanti che si trova di fronte, fino a giungere a stabilire un legame con l'osservatore che diviene quasi un dialogo, in cui la sintassi espositiva si rende visiva attraverso l'espressività dei materioli, dei colori, dei segni, degli accostamenti e soprattutto del connubio tra opere, componimenti e video che contribuiscono a creare atmosfere raffinate e in qualche caso inquietanti.

Lama Govinda Anogarika dice che "se guardiamo un paesaggio e immaginiamo che ciò che vediamo esiste come una realtài indipendente fuori da noi, siamo vittime di un'illusione. Se, invece, si vede lo stesso paesaggio rappresentato nel lavoro di un grande artista, allora - nonostante il dipinto crei l'illusione visiva di un paesaggio - sperimentiamo un aspetto della realtà, perché siamo coscienti dell'illusione e lo accettiamo come espressione di una vera e propria esperienza. Nel momento in cui riconosciamo l'illusione come tale, cessa di essere illusione e diventa espressione o aspetto della realtà e della nostra esperienza di vita".

Il nostro artista, attraverso l'intenzione e la realizzazione dell'opera vuole infatti risvegliare la sua mente e quella degli spettatori, prima di tutto attraverso il processo della sua creazione; con il suo lavoro, Alunni vuole esplorare una poetica ricongiunzione con la natura, creando visibili legami e analogie fra la vita vegetale e l'umanità, ponendo l'accento sull'interconnessione di tutte le forme di vita. Attraverso l'arte, che permette di stimolare le energie psico-fisiche e attraverso il "percorso" artistico, che rende evidente quello che dall'interno viene proiettato all'esterno, è possibile così illuminare la strada verso la comprensione di un livello di consapevolezza che permetta di dissolvere le barriere e le limitazioni create dalla nostra mente.

Le opere esposte incarnano infatti l'essenza di un viaggio, quello dell'artista, che non ha mai fine: è ricerca e sperimentazione, entusiasmo, è passione, curiosità e meraviglia, amore e dedizione. Questa mostra racconta insomma le emozioni di un artista che, con la rara sensibilità che lo contraddistingue, riesce a sorprendersi e a sorprendere ed a cogliere il significato piu nascosto delle cose.

"Per sfuggire al mondo non c'e niente di più sicuro dell'arte e niente è meglio dell'arte per tenersi in contatto con il mondo." Johann Wolfgang Goethe

 Raffaela Violini

Assessore alla Cultura del Comune di Umbertide